シ ー ズ ン 終了 セ ー ル ラ イ ブ
  • Carrello 0

RESTARE CREATIVI CON LUCI PINA

Questa settimana incontriamo il collaboratore SS21 Luci Pina le illustrazioni di chi sono presenti sul nostro Twin Peaks a maniche lunghe e Felpa con cappuccio del dipartimento degli sceriffi. L'impressionante portfolio di Luci è costituito da lavori di ricerca profondamente radicati nei suoi interessi e convinzioni. 

"Guidata dal bisogno di impegnarsi e celebrare la cultura nera, il suo lavoro attinge spesso alla politica e prende atto del patrimonio circostante con un approccio reattivo, stratificato e intuitivo al disegno e ai media; che a volte si estende al personale e al sentimentale".

Raccontaci di te - Come ti sei avvicinato alla creazione di immagini?

Ho fatto arte a scuola e all'università, quindi il passaggio alle cose che faccio ora è avvenuto attraverso l'istruzione e l'esplorazione di strade diverse. Ho conseguito una laurea in illustrazione che mi ha davvero portato a realizzare immagini nel modo in cui faccio ora.

Quali sono i tuoi temi/punti di esplorazione preferiti?

Sono molto interessato alla pratica basata sulla ricerca e alla risposta ai diversi aspetti dell'arte e della cultura che si tratti di musica, film o testo, quindi tendo a iniziare progetti da un bisogno di imparare e impegnarmi con qualsiasi argomento sto guardando. Questo è iniziato nel mio progetto dell'ultimo anno all'università, dove ho guardato alla cultura e alla storia hip-hop come punto di partenza e che ha portato a un'esplorazione davvero divertente ed estesa di diversi album degli anni '90 - primi anni 2000 e ha agito come base per il modo in cui Mi avvicino a tutti i miei progetti ora. Si parte sempre con la ricerca e il confronto con l'argomento per poi tirare a sorte e cogliere elementi dai punti di riferimento. Probabilmente è ancora il mio progetto preferito fino ad oggi, mi sono divertito tantissimo a lavorarci e penso che si veda davvero, riporti dolci ricordi degli ultimi mesi in studio all'università.

Puoi parlarci del tuo contributo alla nostra nuova collezione? Quali sono state le ispirazioni dietro?

Ah - mi è davvero piaciuto lavorare al progetto per SCRT, mi sembrava che la linea di base fosse così in linea con il mio modo di lavorare che si trattava solo di fare quella ricerca e attingere a punti di riferimento in relazione a Twin Peaks, che io' d già visto e amato. Si trattava solo di scegliere simboli, citazioni e frasi che mi sono sentito incarnare ciò di cui tratta lo spettacolo. Immagino che anche la cosa eccitante sia l'idea di vedere quelle idee realizzarsi su un oggetto fisico che è adorabile - bello avere quell'aspetto tattile del lavoro e mi ha decisamente ispirato a pensare un po' di più a come il mio le immagini possono esistere al di fuori di una pagina o di una zine.

Hai provato qualcosa di nuovo e non comodo? Come sono nate?

Sì, in realtà ho appena finito di fare un piccolo pezzo di animazione in risposta al lavoro di questo fantastico poeta di Leeds. L'ho visto esibirsi un paio di volte e ho avuto la voglia di fare qualcosa ed era super contento di lasciarmi fare. È stata sicuramente una sfida, l'intero processo di animazione è così diverso dal modo in cui sono abituato a lavorare - richiede molta pazienza (che non ho molta ahah) ma ne sono super orgoglioso . 


Che consiglio daresti per un'imminente creatività nel tuo campo?

Penso che in genere quando penso ai giovani creativi vorrei solo che ci fosse meno resistenza e meno preziosità intorno a realizzarlo/realizzarlo, o fare sempre un lavoro che sia buono e che venga riconosciuto, soprattutto negli spazi online. Penso che le persone sembrino preoccuparsi troppo di instagram e finiscano per creare la piattaforma invece di usarla come archivio e questo può davvero ridurre la gioia di creare. Quindi consiglio saggio direi di creare per il gusto di creare, condividilo quando vuoi e gioca! E generalmente abbraccia l'idea di fare cose brutte, disordinate e incompiute perché finiscono per essere più interessanti di qualcosa di super raffinato su cui hai passato anni a lavorare e non ti è piaciuto.

E uno carino che ho ricevuto dall'università è stato quello di fare il lavoro per cui vuoi essere incaricato!

Film / film preferito che ti ha influenzato di più?

Onestamente, non ne guardo così tanti ma Babilonia (1980) mi viene in mente ed è un film malato, ha davvero ispirato il mio progetto reggae nel Regno Unito con le sue intersezioni tra razza, musica e cultura. È essenzialmente tutto ciò che voglio che sia il mio lavoro, e visivamente è bellissimo! Una visione così straordinaria dell'ascesa dei sistemi audio reggae e dub in Gran Bretagna.

Per vedere altri lavori di Luci, seguila su instagram qui.