シ ー ズ ン 終了 セ ー ル ラ イ ブ
  • Carrello 0

Rimanere creativi con Santa West

Questa settimana incontriamo l'artista multidisciplinare Santa Ovest sul suo processo creativo e su ciò che lo tiene ispirato. Questa è la nostra prima collaborazione con Babbo Natale, i cui acquerelli sono presenti nella nostra capsule Arancia Meccanica sul nostro maniche lunghe e T-shirt

Ehi Babbo Natale, come qualcuno che lavora su così tanti mezzi, come ti presenteresti?

Ciao sono Santa Ovest di Santa Cruz con sede a Londra. Probabilmente sono meglio conosciuto per le mie fanzine che sono per lo più autopubblicate e vendute nei negozi di NYCLA e 日本. Professionalmente, sono una specie di factotum. Lavorando principalmente in videoanimazione quando posso, con un piccolo film indipendente qua e là. sono un aspirante scrittore che ama dipingere, disegnare (male), fare collage e scattare foto. Sono ovunque creativamente perché mi piace ossessionare e produrre, produrre, produrre...

Qual è il tuo background creativo?

Qualunque cosa sia mai sembrata ufficiale, ho fatto una cazzata. Ho abbandonato la scuola d'arte, ho abbandonato la scuola superiore, ho provato a fare spettacoli e sono stata rifiutata. Questo mi ha fatto ripensare alle cose e dopo un po' mi sono reso conto che tutto ciò che stavo cercando era proprio davanti ai miei occhi. Sono arrivato nella scena hard-core/surf/skate californiana degli anni '80. Era piccolo, intimo e suona banale, ma in realtà non c'era un modo "giusto" di fare le cose. Più è sovversivo, meglio è, soprattutto se i materiali artistici sono stati rubati dalla tua scuola. Le mie influenze sono piuttosto casuali... quando ero bambino, i miei genitori a volte mi scaricavano in questi cinema indipendentis (babysitter a buon mercato) a San Francisco, paga circa $ 3 per un montaggio di sei ore di cortometraggi sperimentali, cartoni animati, porno d'arte, film di concerti, qualunque cosa, è stato bello. Ma altre influenze includono... outsider e l'arte della prigione, Richard Pryor, SST records (pre-1987), volantini di spettacoli, persone come Chris Burden (un amico gli ha sparato per l'arte), Ray Johnson, fumetti, grintosa fotografia di strada e strani come i Gonz . Una delle mie citazioni preferite è tratta dalla rivista di surf Primitive Skills, che in un certo senso riassume: "muso di fondi, avversione per l'autorità, comportamento antisociale, libertà di pensiero e altri effetti collaterali indesiderati dell'acqua salata sul cervello”.

Ti definisci un appassionato di fotografia, è un termine interessante - puoi approfondire?

Adoro l'aspetto e la sensazione di una vecchia videocamera analogica. Mi piace la routine e il rituale di scattare foto, avvicinarmi alla fotografia come fosse la vita, non con serietà ma con genuina curiosità. A volte scatto foto fantastiche e sono molto serio e altre volte voglio solo scattare Polaroid di cose morte o delle mani delle persone. Alcune delle mie fotografie sono state pubblicate, la maggior parte delle mie zine sono basate su foto, alla gente piacciono ma non ce la farò mai come professionista.  

Il tuo lavoro sembra implicare un sacco di collage di foto e tecniche miste, c'è qualcosa che ha influenzato questo? Eventuali limitazioni o vantaggi?

Mi piacciono i significati nascosti, le battute all'interno, prendere le cose fuori contesto e i collage mi sono sempre sembrati un modo divertente per creare un messaggio subliminale. Ho sempre desiderato poter disegnare e dipingere nel senso tradizionale, quindi la tecnica mista era un modo semplice per me di fingere. Inoltre, mi piace usare quello che ho in giro.

Puoi dirci di più sulla collaborazione? 

Il film è ancora innovativo e così influente fino ad oggi. Volevo fare qualcosa di diverso, ricreare le scene classiche e i miei oggetti di scena preferiti pur essendo originale. Kubrick è stato molto influenzato dall'arte e dal colore. Avevo questo vecchio set di acquerelli tedeschi in giro e della carta dattiloscritta, quindi ci ho provato. Arancia meccanica negli acquerelli? C'erano alcuni scettici!

Qualche consiglio per rimanere creativi?

Abbraccia i tuoi vizi, fallisci il più possibile, spingi i tuoi limiti e guarda quanta più merda possibile. 

Film o opera d'arte preferiti di tutti i tempi?

Così difficile. La pellicola Repo uomo di Alex Cox ha avuto un'enorme influenza su di me e mi ha fatto capire che forse un ragazzo come me potrebbe fare qualcosa di utile. Il libro d'artista di Ed Rusha Nove piscine mi ha fatto impazzire perché era così familiare e mi ha ispirato a fare fanzine. Mi piace scuro così Blue Velvet e Le sette bellezze di Lina Wertmüller per il cinema e il dipinto La vocazione di san Matteo di Caravaggio.

 

Infine, qualche artista o designer di cui dovremmo essere a conoscenza?

Raymond Pettibon, ma tutti lo conoscono. Ultimamente mi sto appassionando al pittore Eric Yahnker e allo scultore Isabelle Albuquerque.